USLA United States Lifesaving Association

Pubblicato : 17/01/2020 11:07:06
Categorie : News

USLA United States Lifesaving Association

Cos'è e cosa fa l'USLA

La United States Lifesaving Association è l'associazione professionale no profit americana di bagnini di spiaggia e soccorritori in acque libere negli Stati Uniti. L'USLA lavora per ridurre l'incidenza di decessi e lesioni nell'ambiente acquatico attraverso l'educazione pubblica, le norme nazionali sul bagnino, i programmi di formazione, la promozione di alti livelli di preparazione del bagnino e altri mezzi.


La storia dell'USLA

In America, già nel 1700, i salvavita avevano il compito di salvare i naufraghi in pericolo. Sono venuti per essere organizzati come il servizio di salvataggio degli Stati Uniti. Alla fine del 1800 la necessità di salvare i bagnanti è diventata evidente. I membri del Servizio USLifesaving diventarono GuardiaUSCoast, mentre è nato un nuovo tipo di salvavita con l'obiettivo di custodire la vita dei bagnanti in spiaggia. 

A differenza di altri paesi, questi bagnini erano in genere impiegati di governi locali, spesso organizzati in modo simile alla polizia o ai vigili del fuoco. Inizialmente, questi servizi di salvataggio erano svolti utilizzando i propri metodi, altre volte sfruttando le innovazioni apprese da altri bagnini. Lo scambio di informazioni era tuttavia limitato e le pratiche del bagnino tendevano a svilupparsi a livello locale e regionale, con variazioni significative da un luogo all'altro.

Surf Life Saving Association of America

Decenni dopo che furono stabilite agenzie di bagnini professionisti sulle spiagge di tutta l'America, l'Australia fu scelta per ospitare le Olimpiadi estive del 1956. I salvavita volontari dell'Australia hanno deciso di organizzare una competizione internazionale su invito. I bagnini della California e un contingente del Territorio delle Hawaii hanno accettato di partecipare. I bagnini della California si sono organizzati sotto la bandiera della Vita Associazione Surf Saving of America (SLSA), anche se erano solo dalle agenzie di bagnino di Los Angeles County e Los Angeles City.

L'evento ha attirato una folla di 115.000 spettatori, con il leggendario "Duke" Paoa Kahanamoku delle Hawaii come presidente onorario. Oltre agli americani e agli australiani, hanno partecipato squadre provenienti da Sudafrica, Gran Bretagna, Ceylon e Nuova Zelanda.

A seguito di questo evento il Rescue Tube, che era stato progettato in California, e il Rescue Buoy, che era stato perfezionato lì, furono introdotti per la prima volta in Australia. I membri del team americano hanno portato con sé anche le tavole da surf Malibu Bolsa. Gli americani hanno appreso della superiore organizzazione nazionale di Surf Life Saving Australia e hanno pensato al potenziale di un'organizzazione nazionale simile nel loro paese. Dopo l'evento, Bud Stevenson, capo del bagnino della contea di Los Angeles, ha deciso di utilizzare SLSA per migliorare il personale di salvataggio ed è diventato, per un certo periodo, il braccio destro dei bagnini della contea di Los Angeles. Ciò ha consentito un'azione politica che era esternamente separata da quella dei gestori del servizio di salvataggio. Il capo Stevenson ha nominato Bob Burnside presidente della nascente organizzazione.

Nel 1963, iniziarono i lavori per ampliare il campo di applicazione dell'Associazione americana per il salvataggio della vita in surf.

Nel 1964, Howard Lee della Contea di Los Angeles progettò il logo SLSA, ancora in uso oggi con lievi modifiche. Il suo design è stato influenzato da un design simile che Tad Devine della squadra australiana del 1956 aveva creato per l'uniforme della squadra. Entrambi sono simili al logo del servizio di salvataggio degli Stati Uniti. Sempre nel 1964 furono stabilite le prime linee guida per la competizione.

La nascita di Surf Life Saving Associazione Nazionale d'America

Nel 1965 il nome è stato cambiato a Surf Life Saving Associazione Nazionale (NSLSA). Il Presidente era Bob Burnside, il vice presidente Dick Hazard (San Clemente), Tesoriere Max Bowman, Segretario Don Rohrer, e il sergente at Arms Tim Dorsey.

I primi eventi NSLA sono stati: La corsa corsa di nuoto, 1.000 metro nuotata aperta, gara Dory, e la gara pagaia. L'evento ha avuto luogo durante le feste oceaniche locali delle comunità.

Inizialmente, l'enfasi era posta sugli individui, piuttosto che sul concetto di squadra.

Un anno prima, nel 1964, Wide World of Sports della televisione ABC aveva filmato una gara di bagnini a Huntington Beach. Durante la competizione, due bagnini persero il controllo del loro Dory su un'onda e si schiantarono contro il molo di Huntington Beach. Wide World of Sports' è diventato uno degli eventi più importanti del 1964, riprodotto più volte per il pubblico televisivo in tutta l'America.

Nel 1967, NSLSA inviò una squadra della concorrenza a Ft.Lauderdale, in Florida, per competere nei primi campionati di bagnini est contro ovest riconosciuti, continuando il concetto di affiliazione nazionale tra tutte le agenzie coinvolte. Squadre provenienti da New York a Miami e le squadre della West Coast si sono dati battaglia in una gara entusiasmante.

Nel 1969 la contea di Dade (Florida) commissione di vigilanza ha chiesto che i rappresentanti NSLSA rivedessero i compiti del bagnino; tutto ciò per prevenire gli annegamenti.

Burnside e Phil Stubbs, di San Clemente, hanno gestito questo compito riformulando e installando un sistema di comunicazione, nuovi veicoli e attrezzature, nuovi requisiti di qualificazione e un aumento dei finanziamenti.

Nel 1971, World Life Saving è stata fondata in Australia, come federazione internazionale composta dalle associazioni nazionali di salvataggio del surf in Australia, Gran Bretagna, Nuova Zelanda, Sudafrica e Stati Uniti. Nel 1971, le norme sulla spiaggia sono state modificate per migliorare la standardizzazione e la professionalità.

Nel 1972, NSLSA è divenuta non a scopo di lucro. Successivamente ha anche iniziato a preparare le basi per un certificato di addestramento in spiaggia riconosciuto a livello nazionale da rilasciare a bagnini di nuova formazione.

Nel corso degli anni, la NSLSA ha avuto molto successo nell'organizzazione di scambi nazionali e internazionali di informazioni, competizioni e iniziative di educazione pubblica per aiutare a ridurre l'annegamento. Alcuni leader della NSLSA hanno ritenuto che l'organizzazione dovesse rimanere un'organizzazione salvavita per il surf, escludendo la partecipazione dei bagnini nei laghi, fiumi e luoghi simili. Nel 1977, Sheridan Byerly fu eletto presidente. Una priorità per Byerly è stata la spinta per fare NSLSA un'organizzazione veramente nazionale.  Nel maggio 1979, il Consiglio di amministrazione della NSLSA riunito a Santa Cruz, in California, con grande dibattito, ha votato per adottare le varie modifiche statutarie che erano state redatte per ampliare la portata dell'organizzazione e rimuovere la parola "surf" dal nome dell'organizzazione . Doveva essere Stati Uniti Lifesaving Association (USLA). I membri possono ora includere qualsiasi membro di un oceano, baia, lago, fiume o servizio di salvataggio o salvataggio in acque libere.

Il primo concorso nazionale di bagnino americano sotto la bandiera della USLA si è tenuta a San Diego, California nel mese di agosto del 1980. Da allora, le competizioni nazionali sono continuate ogni anno.

L'obiettivo principale di USLA è: "Stabilire e mantenere elevati standard di surf professionale e di salvataggio in acque libere per massimizzare la sicurezza pubblica". Pertanto, i leader dell'USLA hanno lavorato a lungo per standardizzare la formazione e le pratiche di salvataggio in tutti gli Stati Uniti attraverso vari mezzi. Questo a volte si è rivelato un compito difficile. A differenza dell'ambiente della piscina, che è praticamente identico a prescindere dal luogo, le spiagge in acque libere e i relativi pericoli variano notevolmente da un luogo all'altro a causa delle condizioni di folla, correnti d'acqua, vita animale pericolosa, condizioni meteorologiche. Inoltre, i compiti dei bagnini in spiaggia possono differire in modo significativo. 

La creazione di un manuale di formazione nazionale era stato a lungo un desiderio dell'organizzazione. Nel 1981, un gruppo composto dal Capitano Douglas D'Arnall della Città di Huntington Beach, dal Capitano Don Rohrer della Contea di Los Angeles, dal Capitano Bob Shea del San Diego Lifeguard Service e da Richard Marks della Città di Los Angeles, completarono i lavori su primo manuale acqua salvavita aperta di USLA, Lifesaving e Marine Safety.

E 'stato subito accolto come il primo testo per tutto il personale di soccorso in acque libere.

Il primo presidente da est del fiume Mississippi fu eletto nel 1981: Joe Pecoraro di Chicago. Fu l'inizio di una lunga presidenza, poiché Pecoraro fu rieletto nel 1983, 1985, 1987 e 1989, per un totale di 10 anni come presidente dell'USLA.

Durante il mandato di Pecoraro, si sono svolte molte discussioni sulla necessità di un programma di certificazione nazionale per bagnini di spiaggia sulla base delle linee guida USLA pubblicate. Si riteneva ampiamente che i programmi esistenti all'epoca fossero inadeguati per soddisfare le esigenze del surf e delle principali spiagge interne.

Durante questo periodo, Tim Hall of Maine è stato nominato a capo di un comitato che cerca di rivedere il libro di testo USLA e ampliare il campo di applicazione. 

Mentre alcuni erano attratti dal concetto di un programma di addestramento standardizzato con una carta di completamento del corso universalmente accettata, molto simile a quello disponibile nell'ambiente della piscina, altri lo consideravano poco pratico considerando la diversità dell'ambiente acquatico naturale e i molti approcci per salvare la vita in acque libere negli Stati Uniti. Questi problemi sfidavano un sistema di certificazione in base al quale i bagnini di tutti gli Stati Uniti potevano essere addestrati nell'ambito di un unico curriculum rigido. Nel Novembre del 1992, il comitato completò i lavori sul programma di certificazione dell'agenzia USLA Lifeguard. E' stato approvato all'unanimità dal consiglio di amministrazione. Presto, le agenzie di salvataggio di tutti gli Stati Uniti hanno chiesto di ottenere la certificazione nazionale dei loro programmi e hanno accettato di rispettare gli standard minimi dell'USLA. E’ diventato evidente che la necessità di una versione riveduta e modernizzata del manuale USLA era più pressante che mai. Brewster si è offerto volontario per rivolgere la sua attenzione a questo sforzo. Fu in grado di individuare un editore e convocò un comitato nazionale per i libri di testo. I membri del comitato hanno deciso di riunirsi come gruppo di lavoro in rappresentanza di sette delle otto regioni USLA, per rivedere e riscrivere le bozze precedenti. Per cinque giorni, nel febbraio 1994, si ritrovarono in un hotel vicino all'aeroporto di Chicago.

All'inizio del 1995, dopo molto lavoro da parte di molti volontari, è stato pubblicato il Manuale di salvataggio in acque libere degli Stati Uniti. E' diventata rapidamente un punto fermo per la spiaggia di formazione bagnini in agenzie che hanno sottoscritto le linee guida USLA, così come per molti altri fornitori di salvataggio in tutti gli Stati Uniti e in tutto il mondo. Il manuale è stato rivisto e pubblicato nel 2003 con un nuovo titolo, Open Water Lifesaving - Gli Stati Uniti Lifesaving Associazione manuale.

Ora ci sono più di 100 capitoli di USLA, ciascuno affiliato con servizi di salvataggio locali e pattuglie di spiaggia, e composto da dipendenti di tali organizzazioni. I capitoli formano regioni: ogni regione USLA ha un presidente e un proprio consiglio di amministrazione. Il Consiglio Direttivo Nazionale di USLA è composto da delegati inviati dalle regioni a bordo biennale di riunioni consiliari. Nell'ambito di alcune linee guida, la rappresentanza regionale nel consiglio di amministrazione è proporzionale ai livelli di affiliazione regionali. Il presidente nazionale e gli altri ufficiali vengono eletti ogni due anni.

Nel corso della sua storia, USLA è stata un'organizzazione di bagnini. Il lavoro dell'organizzazione è stato realizzato da membri dedicati che offrono volontariamente il loro tempo per migliorare la loro professione e la sicurezza del pubblico in spiaggia.

https://www.usla.org/

Condividi questo contenuto

Aggiungi un commento

 (con http://)

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.